Pignolo

A Pignolo ha sede il Dipartimento di Lettere, Filosofia, Comunicazione.
La sede si divide tra l'ex collegio Baroni e Palazzo Bassi (Bernareggi).

 

Dove

Come arrivare

AUTOBUS

Linea 1 - parte da Città Alta (Colle Aperto) con una frequenza di 15', transita dal viale delle Mura, Porta S. Agostino, viale Vittorio Emanuele, Porta Nuova, quindi si dirama nelle corse limitate alla stazione e in quelle dirette a Torre de' Roveri (A), Scanzo (B), Grassobbio (C), aeroporto e ritorno.

Linea 3 - parte dall'Ostello di Bergamo, percorre viale Giulio Cesare e davanti allo stadio gira in via Crescenzi, poi via Baioni, via Maironi da Ponte, Porta S. Lorenzo, via della Fara, viale delle Mura, indi via S. Giacomo e fa capolinea in piazza Mercato delle Scarpe (stazione funicolare) proseguendo poi da via Porta Dipinta. Per l'interscambio si consiglia il parcheggio dello stadio.

Funicolare - collega viale Vittorio Emanuele a piazza Mercato delle Scarpe (in coincidenza con la Linea 1).

Prima del campus

Nel 1893 il professore Angelo Baroni di Clusone acquista dalla famiglia Maffei un’osteria e dei terreni adiacenti a dei portici, per realizzare un edificio atto ad ospitare scuole elementari, pronte già nel 1902. Nel 1918 il convitto viene acquistato dalle RR Suore Industriali di Bergamo, che dal 1925 iniziano un’opera di ampliamento in altezza lungo la via Noca e a valle della proprietà fino allo stabile che oggi affaccia su via San Tomaso: i lavori furono motivati da esigenze di adeguamento igienico-sanitario oltre che per l’aumento del numero degli ospiti. Durante la seconda guerra mondiale i locali vengono requisiti per divenire carcere politico (tra i vari detenuti si ricorda Betty Ambiveri), ma alla fine del conflitto il collegio viene subito riaperto: si evidenzia immediatamente la necessità di un generale restauro, che interesserà il complesso dal 1950 in poi e che porterà alla realizzazione di tre campi sportivi, di una nuova chiesa e al risanamento di impianti e attrezzature oltre alla completa sostituzione dell’arredamento di dormitori e studi. Nel 2002 è stato acquistato dalla Provincia di Bergamo per essere adibito a sede universitaria.