Lettera del Rettore alle studentesse e agli studenti: lezioni a distanza fino al 14 marzo | Università degli studi di Bergamo

Lettera del Rettore alle studentesse e agli studenti: lezioni a distanza fino al 14 marzo

Bergamo, 4 marzo 2021
 
Cari Studenti e Studentesse,
 
come ben sapete la situazione epidemiologica si è nuovamente aggravata tanto da determinare la necessità di una nuova ordinanza della Regione Lombardia, le cui disposizioni entrano in vigore già da domani.
 
L'ordinanza n. 714 del 4 marzo 2021 “ULTERIORI MISURE PER LA PREVENZIONE E GESTIONE DELL’EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID-19 IN RELAZIONE AL TERRITORIO DELLA REGIONE LOMBARDIA”  prevede la sospensione della frequenza di attività formative e curriculari delle università, fermo in ogni caso il proseguimento di tali attività a distanza, dal 5 al 14 marzo 2021.
Pertanto da domani è sospesa la frequenza delle attività formative e curriculari in presenza, fermo il proseguimento di tali attività a distanza.
Potranno svolgersi in presenza le attività formative rivolte a classi con ridotto numero di studenti, e quelle dei laboratori; ai direttori di dipartimento è demandata la possibilità di decidere con riguardo allo svolgimento di queste attività in presenza, in casi di oggettiva inderogabilità e indifferibilità rispetto alla gestione a distanza, garantendo il massimo rispetto delle misure organizzative necessarie.
Tutti gli esami si svolgeranno in modalità a distanza. 
 
Si rinnova la possibilità, per gli studenti che non dispongano di una rete internet o di strumentazioni tecnologicamente adeguate di accedere agli edifici universitari per sostenere gli esami, previa prenotazione della postazione.
Gli esami di laurea e le proclamazioni dei laureati triennali si svolgeranno a distanza.
ll ricevimento studenti viene effettuato a distanza con strumenti di videoconferenza che permettono l'interazione tra docente e studenti. Sulla pagina del docente troverete le specifiche modalità.
 
I tirocini già attivati o in fase di attivazione possono proseguire fino al completamento delle ore necessarie per l’acquisizione dei CFU qualora siano garantite le condizioni di sicurezza nella sede dell'Ente ospitante o in modalità smartworking.  Nel caso in cui tali condizioni non siano possibili, ma gli studenti abbiano completato almeno il 70% delle ore previste da progetto, sarà possibile ritenere comunque il tirocinio concluso. In caso contrario, i referenti del corso di studio sono chiamati a definire quali attività intraprendere per completare il monte ore.
Nel caso di attivazione di nuovi tirocini, i docenti referenti dei tirocini di ciascun corso di studio stabiliscono le attività alternative (laboratorio, attività a distanza, relazione su processo di lavoro, ecc ..), quanto più possibili  congruenti con gli obiettivi formativi previsti per il tirocinio curriculare; in nessun caso sarà possibile sostituire l'attività di tirocinio  con il sostenimento di un esame.
 
Rimangono aperte le biblioteche, le sale studio e la mensa a cui è possibile accedere mediante prenotazione del posto utilizzando le apposite App e nel rispetto delle regole sul distanziamento e la protezione individuale.
Si raccomanda il massimo rispetto delle regole all'interno degli edifici universitari, per il bene proprio e della collettività.

Cari tutti, è da un anno che stiamo convivendo con il virus e siamo tutti spossati. Ormai rischiamo di non fare nemmeno più attenzione alle nuove misure che, di volta in volta, le Autorità competenti attuano per contenere il contagio. Alcuni sono stanchi e lasciano calare l'attenzione alle norme, mettendo in pericolo sé e le persone che hanno accanto; altri sono anestetizzati, ormai abituati alla situazione, e non danno più alcun segno di (positiva) reattività.

Vi chiedo la cortesia – anzi vi prego – di continuare a resistere, come avete sempre fatto. Resistete con il vostro entusiasmo e la vostra voglia di conoscere, sostenuti dalla collaborazione e dalla presenza (remota) dei vostri professori. 

 
Il mio “mola mia” di un anno fa è ancora valido e, anzi, è ancora più carico di incitamento e volontà di sostenervi.

Un abbraccio dal vostro Rettore, che ammira i vostri sforzi.

Prof. Remo Morzenti Pellegrini