Doppia iscrizione

Con decreto n. 930 del 29 luglio 2022 del Ministro dell’Università e della Ricerca sono state disciplinate  le modalità per facilitare la contemporanea iscrizione degli studenti a due diversi corsi di laurea, di laurea magistrale, di master o di dottorato di ricerca, con l’eccezione dei corsi di specializzazione medica, anche presso più università, scuole o istituti superiori a ordinamento speciale, a partire dall'anno accademico 2022-2023.

> FAQ

Il decreto ha previsto che gli studenti, fermo restando il possesso del titolo necessario all’accesso, possono iscriversi contemporaneamente:

  • a due diversi corsi di laurea, di laurea magistrale a condizione che i corsi di studio appartengano a classi di laurea o di laurea magistrale diverse e se i due corsi si differenziano per almeno due terzi delle attività formative, conseguendo due titoli di studio distinti;
  • a un corso di laurea o di laurea magistrale e a un corso di master, di dottorato di ricerca o di specializzazione, ad eccezione dei corsi di specializzazione medica;
  • a un corso di dottorato di ricerca o di master e a un corso di specializzazione medica. Nel caso di contemporanea iscrizione a un corso di dottorato di ricerca e a un corso di specializzazione medica, la frequenza contestuale dei corsi è disciplinata dai regolamenti di autonomia delle singole università;
  • a un corso di dottorato di ricerca o di master e a un corso di specializzazione non medica.

Sarà cura del competente Consiglio di Corso di Studio verificare che i due corsi di studio siano differenti per almeno i due terzi delle attività formative previste.

Qualora uno dei due corsi di studio sia a frequenza obbligatoria (ad eccezione dei corsi per i quali la frequenza obbligatoria è prevista solo per attività laboratoriali e di tirocinio), è consentita l’iscrizione a un secondo corso di studio che non presenti obblighi di frequenza.

Nel caso di iscrizione a due corsi a numero programmato locale, lo studente deve essere collocato in posizione utile nelle graduatorie di entrambi i corsi.

Per i corsi di studio a programmazione nazionale è in corso di definizione un ulteriore decreto che chiarirà le modalità di ammissione.

Fino alla definizione di un sistema di monitoraggio delle iscrizioni per la verifica dei presupposti e dei requisiti della doppia iscrizione, realizzato anche attraverso l’implementazione dell’Anagrafe nazionale dell’istruzione superiore, gli Atenei richiedono annualmente allo studente che intenda iscriversi ad un secondo corso di studio, un'autocertificazione resa ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445, per verificare la possibilità ed i requisiti per la doppia iscrizione. All’atto dell’iscrizione lo studente dovrà quindi dichiarare la volontà di iscriversi anche ad un diverso corso universitario, autocertificando il possesso dei requisiti necessari. Tale dichiarazione dovrà essere presentata presso tutte le istituzioni coinvolte e per entrambi i corsi.

Sarà possibile presentare l’autocertificazione al momento dell’immatricolazione al corso di studio.

Lo studente che si iscrive contemporaneamente a due corsi di studio individua una delle due iscrizioni come riferimento per accedere ai benefici previsti dalla normativa vigente in materia di diritto allo studio.

In presenza dei requisiti previsti, l’esonero totale o parziale dal versamento del contributo onnicomprensivo annuale, si applica a entrambe le iscrizioni.

Al fine di poter usufruire della doppia iscrizione, dovrai far pervenire alla Segreteria studenti a mezzo ticket il modulo "Richiesta di contemporanea iscrizione a due Corsi di studio", unitamente a copia del documento di identità in corso di validità.
Solo se la prima iscrizione è stata attivata presso altro ateneo, dovrai inoltre allegare l'autocertificazione di tale carriera (piano di studio completo ed esami superati).

Per maggiori informazioni consulta

L'iscrizione full-time è considerata come la normale immatricolazione, perché valorizza la pienezza della vita universitaria: frequenza delle lezioni, eventuali attività didattiche integrative (tutorati), impegno richiesto nello studio individuale e sostenimento degli esami di profitto, secondo quanto stabilito nel piano di studi e nell'articolazione degli anni accademici del proprio corso di laurea.

L’iscrizione a tempo parziale può essere richiesta se sei iscritto in corso a corsi di laurea, di laurea magistrale a ciclo unico e di laurea magistrale e rientri in una delle seguenti categorie:

  • studente impegnato non occasionalmente per un periodo di almeno sei mesi nell’arco dell’anno, in qualsiasi attività di lavoro subordinato, autonomo o professionale, debitamente documentata e con un reddito superiore a € 2.840,51 (pari a quello previsto dalla normativa fiscale per non essere considerato a carico di altro soggetto ai fini Irpef), ivi compresi i casi di attività prestata in imprese familiari, debitamente documentati
  • studente che svolge il Servizio di leva civica: per l’anno accademico di svolgimento del Servizio e per quello successivo
  • studente impegnato non occasionalmente nella cura e assistenza di familiari non autosufficienti per ragioni di età o di salute. La condizione di non autosufficienza dovrà essere comprovata con certificazione di invalidità rilasciata dalla AST. Lo studente dovrà inoltre documentare il suo impegno della cura e assistenza del familiare
  • studente con problemi personali, di famiglia, di salute o di invalidità: affetto da malattie che non consentono la regolare progressione della carriera accademica, comprovate da certificazione rilasciata dalla ATS. Lo studente con diagnosi di disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) di cui alla legge 170/2010, dovrà presentare idonea certificazione rilasciata da non più di tre anni da strutture del Servizio Sanitario Nazionale o da specialisti e strutture accreditati dallo stesso; con figli o in stato di gravidanza; studente con figli fino a 5 anni di età e studentessa gestante dall’ottavo mese di gravidanza o con diagnosi di gravidanza a rischio, certificata dal medico specialista. In questi casi solo uno dei genitori può usufruire dell’iscrizione a tempo parziale
  • studente impegnato nello sport ad alto livello nazionale o internazionale. La condizione di sportivo di alto livello sara verificata dal Comitato per lo Sport Universitario dell’Ateneo all’interno del Programma UPS4
  • studente impegnato in attività artistica a livello professionale. Tale condizione dovrà essere documentata e certificata.

Le attività didattiche e i crediti da conseguire nell'ambito del proprio corso sono in questo caso distribuiti su sei anni accademici anziché tre (per i corsi di laurea triennale) e su dieci anni accademici anziché cinque (per i corsi di laurea magistrale a ciclo unico quinquennale in Giurisprudenza e Scienze della Formazione Primaria).

Se ti iscrivi a un corso di laurea triennale il tuo percorso di studio sarà così composto: 1° anno, 1° anno ripetente, 2° anno, 2° anno ripetente, 3° anno, 3° anno ripetente.

Il numero di crediti da prevedere nel tuo piano di studi per ogni anno accademico dovrà pertanto essere pari al 50% circa di quelli previsti per il tuo corso di studio per gli studenti impegnati a tempo pieno.
Le competenti strutture didattiche individueranno le eventuali priorità tra gli insegnamenti.

Per avere le informazioni complete leggi il Regolamento.

Se ti sei immatricolato nel 2023-2024 e risulti in possesso di uno dei requisiti indicati, puoi richiedere l’iscrizione in regime di impegno a tempo parziale all'atto dell'immatricolazione, trasmettendo nel Google Form appositamente predisposto tutta la documentazione necessaria.

Per ulteriori approfondimenti consulta la Guida dello studente nella sezione Immatricolazioni part-time.

 

 

 

L'iscrizione ai corsi singoli permette di iscriverti a singoli insegnamenti impartiti nei vari Dipartimenti, di frequentare le lezioni e di sostenere il relativo esame. 

Il titolo di studio richiesto per l'iscrizione a singoli moduli e insegnamenti attivati all'interno dei corsi di studio di primo e secondo livello è quello richiesto per l'iscrizione al corso stesso.

Modalità della presentazione della domanda: online, tramite lo Sportello internet studenti.

Per tutte le informazioni consulta la pagina Corsi singoli e la pagina Iscrizione a corsi singoli relativa nella Guida dello studente.

Se sei già in possesso di laurea e desideri conseguirne un’altra di primo livello o ti vuoi iscrivere al corso di laurea magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza, devi iscriverti con procedura esclusivamente online al corso di laurea prescelto seguendo le indicazioni per il conseguimento di seconda laurea.

Trovi tutte le informazioni relative a questa tipologia di iscrizione nella sezione Abbreviazione di carriera della Guida dello studente.

Se hai sostenuto esami in carriere cessate per rinuncia agli studi o decadenza e intendi chiederne la convalida, devi iscriverti con procedura esclusivamente on line al corso di laurea prescelto seguendo le indicazioni per la re-immatricolazione a seguito di rinuncia/decadenza

Trovi tutte le informazioni relative a questa tipologia di iscrizione nella sezione Abbreviazione di carriera della Guida dello studente.

Puoi presentare istanza di abbreviazione di corso:

  • per chiedere il riconoscimento di esami superati come corsi singoli (compilazione on line domanda tramite Sportello internet studenti)
  • se intendi richiedere la convalida di esami (non computati ai fini dell’ammissione al corso di laurea magistrale) sostenuti in carriere precedenti, anche non concluse con il conseguimento del titolo

Per tutte le informazioni consulta la sezione Abbreviazione di carriera della Guida dello studente.

L’Università degli studi di Bergamo promuove un percorso che facilita, attraverso interventi sul piano amministrativo e logistico, la carriera degli studenti-atleti

Possono essere inseriti nel programma gli atleti tesserati per le federazioni sportive di discipline olimpiche o paralimpiche, successivamente alla valutazione del curriculum sportivo.
Il programma si rivolge a tutti i nuovi immatricolati, agli iscritti e a coloro i quali intendono riprendere gli studi universitari.

Gli interventi previsti sono: 

  • immatricolazione in regime di tempo parziale, con un contributo onnicomprensivo pari al 50% della tariffa intera
  • possibilità di sospensione temporanea degli studi per un anno per importanti impegni sportivi
  • tutorato amministrativo e per l'accesso ai servizi, tirocini e stage
  • servizio di supporto (non didattico) alla preparazione degli esami
  • utilizzo della foresteria, per i non residenti nella provincia di Bergamo, in occasione degli esami
  • accesso agli impianti sportivi universitari

Gli studenti-atleti interessati devono prendere contatto con il CUS Bergamo all'indirizzo [email protected] (T +39 035372819).

Consulta il Bando per l'a.a. 2023-2024 e le informazioni pubblicate alla pagina Dual Career.

 

 

Il 7 ottobre 2021 è stato siglato un protocollo tra il Ministro per la Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, e la Ministra dell’Università e della Ricerca, Maria Cristina Messa, in base al quale i dipendenti pubblici possono iscriversi a condizioni agevolate a corsi di laurea, master e corsi di specializzazione di interesse per le attività delle amministrazioni pubbliche.
Il 1° febbraio scorso l’Università degli studi di Bergamo ha aderito, al pari di altri Atenei, all’iniziativa, sottoscrivendo e perfezionando con il Ministro per la PA un Protocollo d’intesa finalizzato a proporre una serie di corsi di formazione universitaria a tutti i dipendenti pubblici, provenienti da qualsiasi Ente e da qualsiasi territorio.

Offerta formativa UniBg e tutte le informazioni per l'iscrizione sono disponibili alla pagina dedicata: PA 110 e lode.

Carriera alias

L’Università degli studi di Bergamo tutela la privacy degli studenti e delle studentesse che si trovano nella fase di transizione da un genere all’altro attraverso l’attivazione di una carriera “alias”.

Si tratta di una procedura amministrativa che si concretizza nel rilascio di un duplicato della tessera universitaria fornendo allo studente un’identità provvisoria transitoria, da utilizzare all’interno dell’Ateneo, in attesa che il percorso della rettificazione di attribuzione anagrafica del sesso, previsto dalla legge 164/1982, porti al rilascio di una documentazione anagrafica definitiva.

La richiesta di attivazione della carriera alias va indirizzata alla prof.ssa Anna Lorenzetti ([email protected]), Tutor Accademica designata dal Rettore, incaricata di seguire l’interessato/a durante tutta la sua carriera universitaria e alla dott.ssa Silvia Perrucchini ([email protected]), Responsabile del Servizio Studenti, referente per la gestione amministrativa della carriera degli studenti che hanno in corso il procedimento di rettificazione di attribuzione del sesso.

L’attivazione di una carriera “alias” prevede la sottoscrizione, da parte dello studente, di un accordo di riservatezza con l’Ateneo.