prof.ssa Piera Molinelli

La prorettrice vicaria è la prof.ssa Piera Molinelli.

Sostituisce il Rettore in ogni sua funzione in caso di assenza o impedimento. Le è conferita la delega alla valorizzazione del personale tecnico-amministrativo.

Dopo la laurea in Lettere Classiche (1982) e il dottorato di ricerca in Linguistica (1987) all'Università di Pavia, Piera Molinelli inizia la carriera accademica all'Università degli studi di Bergamo nel 1988 come ricercatore, poi come professore associato, e dal 2006 come professore ordinario di Linguistica generale.
In Ateneo ha ricoperto diversi incarichi: direttore del Centro di Italiano per Stranieri; coordinatore del Corso di laurea in Comunicazione di massa pubblica e istituzionale; membro del Senato Accademico, del Consiglio di Amministrazione, prorettore delegato all'Orientamento universitario (2009-2015). Collabora attivamente con il sistema universitario nazionale e internazionale: membro del Nucleo di valutazione dell'Università di Cagliari (2015-2021); esperto ANVUR della valutazione della ricerca, di corsi di laurea e atenei.
I suoi interessi di ricerca, dalla linguistica storica alla pragmatica, l’hanno portata anche al ruolo di coordinatore nazionale di progetti triennali PRIN (www.mediling.eu). Collabora a progetti di ricerca, riviste e società scientifiche nazionali e internazionali.

prof. Adolfo Scotto di Luzio

Il prorettore delegato è il prof. Adolfo Scotto di Luzio 

Obiettivi della delega sono la promozione e il coordinamento delle attività didattiche di Ateneo e la verifica dei risultati, nonché la valutazione della qualità della didattica. Sono parte della delega i servizi di affiancamento al corpo docente per l'aggiornamento delle competenze nell'insegnamento. Degli obiettivi della delega sono parte integrante lo sviluppo e la gestione di tutti i servizi di accompagnamento a studentesse e studenti lungo l'intero arco dell'esperienza educativa presso l'Ateneo, dall'orientamento in entrata fino all'inserimento nel mondo del lavoro.

Adolfo Scotto di Luzio è uno storico. Si è laureato alla Federico II di Napoli, dove ha conseguito anche il dottorato di ricerca. Insegna all’Università degli studi di Bergamo dal 2004. Professore ordinario di Storia della pedagogia presso il Dipartimento di Scienze Umane e Sociali, si è occupato a lungo e si occupa di problemi connessi alla scuola italiana e alla sua storia. I suoi libri sono pubblicati dalle principali case editrici italiane. L’ultimo, Nel groviglio degli anni Ottanta, è uscito per i tipi di Einaudi nel 2020. Attualmente lavora ad una storia dell’educazione in Italia tra Ottocento e Novecento per Mondadori Università. Collabora con l’Istituto dell’Enciclopedia Italiana Giovanni Treccani e con la Fondazione Istituto Gramsci. Nel dicembre del 2020 è stato nominato nel Comitato scientifico sulla storia della scuola istituito dal ministro Lucia Azzolina presso il dicastero dell’Istruzione. Dal 2014 è stato professore responsabile del modulo europeo Jean Monnet European Policies on Education and Training. Nel 2015 ha fatto parte dell’Advisory Board Contenuti che progettato M9, museo del Novecento per la Fondazione di Venezia, in qualità di responsabile della sezione «Istruzione e Cultura». Per il MIUR nel 2014 ha fatto parte del Comitato scientifico che ha progettato e preparato l’iniziativa «A cent’anni dalla Grande guerra», curando personalmente la pubblicazione del primo dei tre volumi di «Materiali per conoscere, capire, ricordare», Il mondo nella tormenta (1914-1918). Sempre per il MIUR tra il 2010 e il 2011 ha progettato e coordinato, in qualità di membro del comitato scientifico, il portale del Risorgimento.

 

All’interno di questa delega prorettorale:

  • Delega ai rapporti con studentesse e studenti
    Prof. Gabriele Cocco
    Raccordo tra le attività delle commissioni paritetiche e in dialogo costante e diretto con la Consulta degli Studenti.

Gabriele Cocco è ricercatore (Rtd-B) di Filologia germanica presso il Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Straniere dell'Università di Bergamo dal 2019. All’interno del Corso di Studi triennale ha svolto l’incarico di Referente per la qualità del dialogo docenti-studenti e, attualmente, è Referente per l’orientamento. In precedenza è stato docente di scuola secondaria.
Ha conseguito il Dottorato di ricerca presso l'Università di Padova. Il suo campo di indagine si concentra soprattutto sulla poesia gnomica e la letteratura cristiana dell'Inghilterra alto-medievale, con particolare attenzione all'influenza del monachesimo benedettino e del pensiero dei Padri della Chiesa nel corpus letterario anglosassone. Si è occupato delle elegie dell'Exeter Book e del ruolo della liturgia ne The Fates of the Apostles attribuito a Cynewulf. La sua ricerca attuale verte sui Tagelieder di Wolfram von Eschenbach nell’alveo della temperie culturale del Minnesang, la poesia cortese tedesca medievale.

prof. Silvio Vismara

Il prorettore delegato è il prof. Silvio Vismara

Obiettivo della delega è coordinare le politiche di supporto della ricerca di Ateneo, di indirizzo delle attività del Sistema Bibliotecario di Ateneo, di promozione e finanziamento di progetti di ricerca nella dimensione nazionale e internazionale e attraverso modalità interdisciplinari, di concerto con i Dipartimenti e i Centri di Ateneo.

Silvio Vismara è professore associato di Finanza Aziendale presso il Dipartimento di Scienze Aziendali e Direttore del Centro di Ateneo CCSE – CISAlpino Institute for Comparative Studies in Europe, congiunto tra Università degli studi di Bergamo e Università di Augsburg. Svolge attività di ricerca nell'ambito della finanza imprenditoriale, con particolare attenzione alla finanza innovativa digitale (crowdfunding e blockchain finance), alla quotazione e valutazione di impresa. La sua attività di ricerca ha ricevuto importanti riconoscimenti e premi ed è stata citata in testate quali Economist e Financial Times. Ricopre ruoli editoriali in riviste internazionali di alto profilo e partecipa a numerose commissioni di valutazione della ricerca a livello europeo. Ha ricoperto la carica di membro del Consiglio di Amministrazione dell’Università degli studi di Bergamo ed è stato cofondatore della prima società spin-off dell’Università.

prof.ssa Elisabetta Bani

La prorettrice delegata è la prof.ssa Elisabetta Bani

Obiettivo della delega è sovrintendere a tutte le attività strategiche della terza missione dell’Ateneo, comprensive delle dimensioni di trasferimento tecnologico, valorizzazione della ricerca e public engagement, con particolare riferimento alla gestione dei rapporti con enti, istituzioni e associazioni del territorio.

Elisabetta Bani si è laureata in Giurisprudenza a Pisa, ha conseguito il diploma di perfezionamento alla Scuola Superiore di Studi Universitari Sant’Anna di Pisa. Ha intrapreso e proseguito la sua carriera all'Università di Pisa fino al trasferimento all'Università degli studi di Bergamo dove attualmente è professoressa ordinaria di diritto dell'economia. Dopo aver insegnato diritto bancario, diritto pubblico dell'economia a Pisa, insegna attualmente diritto dell'economia, diritto pubblico dell'economia e diritto delle ONG. I temi di ricerca si sono spostati negli ultimi anni dalla regolazione del mercato bancario alla disciplina del microcredito e della finanza sociale, al terzo settore alla regolazione delle piattaforme e infine alla disciplina degli aiuti di Stato. Nell'Ateneo ha ricoperto il ruolo di direttrice vicaria del CESC (Centro sulle dinamiche economiche sociali e della cooperazione), di coordinatrice del tavolo della Terza missione, di componente del Senato accademico in rappresentanza dei professori associati prima e dei direttori di dipartimento poi. È direttrice del Dipartimento di Giurisprudenza per il secondo mandato consecutivo. È sposata e ha due figli.

prof.ssa Flaminia Nicora

La prorettrice delegata è la prof.ssa Flaminia Nicora

Obiettivo della delega è promuovere e sviluppare le attività connesse all’internazionalizzazione di ricerca, didattica e terza missione di Ateneo, al fine di favorire la crescita delle relazioni con Atenei e Centri di Ricerca Internazionali e sostenere la mobilità, in uscita e in ingresso, di studenti e docenti.

Flaminia Nicora (PhD in Anglistica Università di Genova) è professoressa ordinaria di Letteratura inglese presso il Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Straniere dell'Università degli studi di Bergamo. Insegna Letteratura inglese e postcoloniale in corsi triennali e magistrali del Dipartimento. Supervisore di tesi di dottorato, ha partecipato come relatore a numerosi convegni in Italia e all'estero ed è stata membro di progetti di ricerca italiani e internazionali. Ha pubblicato articoli e monografie in ambito italiano e internazionale.
Gli interessi di ricerca sono rivolti allo studio della letteratura inglese e postcoloniale, in particolare: al romanzo del XIX e del XX secolo; al romanzo storico e Anglo-indiano; alle rappresentazioni dell'impero britannico e della decolonizzazione, con riferimento alla tematica dell'identità nazionale, al multiculturalismo, al rapporto tra paesaggio e appartenenza. Le prospettive critiche includono l'analisi narratologica, la critica postcoloniale, gli studi culturali.
Già membro del Senato accademico e presidente del Corso di Laurea triennale in Comunicazione interculturale per la cooperazione e l'impresa e del Corso di Laurea magistrale magistrale Comunicazione, informazione, editoria, è attualmente membro del Collegio docenti del Dottorato in Studi Umanistici Transculturali, membro del Comitato Scientifico del CISAM (Centro Internazionale di Studi sulle Avanguardie e sulla Modernità (Università di Bergamo), referente per attività di scambio e di doppio titolo con Fairleigh Dickinson University (New Jersey- US) e Wayne State University (Detroit- US), responsabile della Humanities Summer School, in collaborazione con Fairleigh Dickinson University e CYFE.

prof.ssa Daniela Andreini

La prorettrice delegata è la prof.ssa Daniela Andreini

Obiettivo della delega è sovrintendere alla individuazione, progettazione e realizzazione di soluzioni migliorative dei processi gestionali e organizzativi interni dell’Ateneo, nonché delle modalità di erogazione di servizi indirizzati agli studenti e agli attori del mondo economico, sociale e culturale.

Daniela Andreini è professoressa associata con abilitazione a prima fascia presso il Dipartimento di Scienze Aziendali dell’Università degli studi di Bergamo, direttrice del Master in Digital Business Development presso la SdM-Scuola di Alta Formazione della stessa università. Presidente dei corsi di studio in Management, Innovazione e Finanza (MIF) e Management, Marketing and Finance (MMF) e visiting professor presso l’Università di Washington Bothell (Seattle). Le sue ricerche scientifiche si focalizzano principalmente sull’innovazione e digitalizzazione dei business model, su digital brand, digital marketing and social media marketing. I suoi lavori di ricerca sono pubblicati in riviste scientifiche internazionali, tra cui: Journal of Advertising, Organization Studies, Journal of Advertising Research, Journal of Business Research, Industrial Marketing Management, International Journal of Information Management, Journal of Business Ethics, Journal of Business & Industrial Marketing e Journal of Service Theory and Practice. È membro dell’editorial board dell’Italian Journal of Marketing, consulting editor della rivista International Journal of Management Reviews, membro dell’editorial board di Journal of Product and Brand Management e componente del review board del Journal of Business Research. Ha infine sviluppato molti percorsi formativi innovativi per studenti universitari, manager e aziende e dal 2019 organizzatrice della Milano Digital Week a Bergamo.

prof.ssa Annalisa Cristini

La prorettrice delegata è la prof.ssa Annalisa Cristini

Obiettivo della delega è di concepire e realizzare un sistema di welfare di Ateneo che integri le diverse prospettive di inclusività, equità, parità di genere, benessere organizzativo, responsabilità sociale, qualità ambientale e mobilità responsabile secondo un modello organico di sviluppo sostenibile, e inclusivo.

Annalisa Cristini è professoressa ordinaria di Politica Economica. Dal 2015 dirige il CESC, centro di Ateneo per le dinamiche economiche, sociali e la cooperazione, e dal 2021 è direttore vicario del Dipartimento di Scienze Economiche. Ha conseguito il Ph.D. in Economia all’Università di Oxford nel 1989. Nel corso della sua carriera ha ricoperto i ruoli di Direttore di Dipartimento, Presidente di Corso di Studi, membro del Senato Accademico e del Consiglio di Amministrazione dell’Università degli studi di Bergamo. Dal 2006 al 2007 è stata visiting professor presso il Nuffield College dell’Università di Oxford. È membro del Comitato Scientifico del CIRET, Centro Interuniversitario di Ricerca Ezio Tarantelli e ricercatore associato SKOPE, Oxford; per il triennio 2018-20 è stata nominata membro della Commissione per l’assegnazione delle borse di studio Bonaldo Stringher, Banca d’Italia. I suoi interessi di ricerca riguardano la macroeconomia e il mercato del lavoro, la ricchezza finanziaria e immobiliare delle famiglie, l’economia del sistema cooperativo, l’economia dello spazio. Ha pubblicazioni su riviste nazionali e internazionali.

 

All’interno di questa delega prorettorale:

Anna Lorenzetti è professoressa associata di Diritto costituzionale presso l’Università degli studi di Bergamo, Dipartimento di Giurisprudenza, dove è titolare dei corsi di Analisi di genere e Diritto antidiscriminatorio, Violenza di genere: profili giuridici e psico-sociali, Politiche per l’integrazione, nonché di Diritto costituzionale presso l’Accademia della Guardia di Finanza. I suoi interessi di ricerca riguardano i diritti sociali, l’uguaglianza e la non discriminazione, in una prospettiva multilivello, in specie, applicando l’analisi di genere al diritto costituzionale. Sulle questioni legate a genere, orientamento sessuale, identità di genere e intersessualità ha all’attivo numerose pubblicazioni (tra cui Diritti in transito. La condizione giuridica delle persone transessuali, 2013; e le curatele, La violenza di genere dal Codice Rocco al Codice rosso, 2020; 70 anni dopo tra uguaglianza e differenza, 2019, con Barbara Pezzini; LGBTI Persons and Access to Justice, 2015, con Maria Federica Moscati), nonché la partecipazione a gruppi di ricerca e numerosi convegni anche internazionali. Recentemente, si è occupata della condizione delle persone recluse e di giustizia riparativa, su cui ha pubblicato anche il volume Giustizia riparativa e dinamiche costituzionali (2018) e Sovraffollamento e crisi del sistema carcerario (con Francesco Picozzi e Alessandro Albano, 2021). È co-direttrice della rivista Queste istituzioni; fa parte del Comitato scientifico di La Magistratura (rivista dell’Associazione nazionale magistrati) e della redazione di DPCE-Diritto pubblico comparato ed europeo e DPCE on line. Coordina la Summer school in La giustizia dell’incontro. Fondamenti e itinerari della Restorative Justice, dell’Università degli studi di Bergamo e del Centro di Giustizia riparativa promosso dalla Caritas Bergamasca.
 

  • Politiche su disabilità e diversità
    prof.ssa Serenella Besio

    Riconoscimento dei diritti delle persone con disabilità e alla valorizzazione di tutte le differenze.

Serenella Besio è professoressa ordinaria di Pedagogia e Didattica speciale, coltiva tre ambiti di ricerca principali, i cui esiti contribuiscono a nutrire la sua didattica nei Corsi di Laurea educativo-pedagogici e le sue attività di formazione e di ricerca con il coinvolgimento del terzo settore. Il primo riguarda gli aspetti umanistici delle Tecnologie Assistive, precisamente la scelta, l’uso e l’efficacia di questi strumenti a supporto dell’autonomia e della qualità di vita delle persone con disabilità. Il secondo si incentra sul diritto al gioco dei bambini con disabilità e sulle metodologie educative e didattiche atte a favorirne il pieno esercizio. Su questo tema ha coordinato l’Azione europea COST “LUDI - Play for Children with Disabilities” (2014-2018) e ha realizzato due Training School a carattere multidisciplinare che hanno coinvolto giovani studenti e ricercatori provenienti da tutta Europa. Il terzo riguarda le problematiche dell’aging with disability, connesse a tutti gli aspetti del pieno compimento dell’adultità per questa popolazione di persone, dal lavoro, alla residenza, alla vita indipendente e di qualità. Appartiene a questo filone di approfondimento la creazione del Master di primo livello in “Case & Disability Manager” in UniBg (2019-2021), di cui è co-direttrice. Dal 2005 ad oggi ha al suo attivo più di 100 pubblicazioni fra articoli su riviste nazionali e internazionali, monografie, capitoli in libri e raccolte collettanee. In ambito accademico ha svolto ruoli significativi, fra cui: Direttrice del Dipartimento di Scienze Umane e Sociali presso l’Università della Valle d’Aosta (dove è stata incardinata fino al 2016), Direttrice di varie edizioni del Corso di Specializzazione per gli insegnanti di sostegno, membro della Giunta di SdM – Scuola di Alta Formazione dell’Università degli studi di Bergamo. Ha svolto incarichi di esperta per il Ministero dell’Istruzione per i progetti “I Care”, “Nuove Tecnologie e Disabilità”, “PEI in base ICF”; ha ricoperto più volte il ruolo di valutatrice di progetti europei nel settore robotico.

prof. Stefano Tomelleri

Il prorettore delegato è il prof. Stefano Tomelleri

Obiettivo della delega è la promozione della partecipazione ai processi decisionali dell’Università, attraverso la valorizzazione delle competenze e del senso di appartenenza della comunità universitaria di Ateneo, la progettazione partecipata del piano strategico e il coordinamento di tavoli tematici interdisciplinari.

Stefano Tomelleri è professore ordinario di Sociologia presso il Dipartimento di Scienze Umane e Sociali dell’Università degli studi di Bergamo, dove è stato Presidente del corso di Laurea Magistrale in Scienze Pedagogiche (2013-2018), Vicedirettore del centro di ricerca di ateneo CYFE (2012-2018) - Center for Young and Family Enterprise – Presidente del corso di laurea in Scienze dell’Educazione (2018-2021). Autore di oltre cento pubblicazioni, ha pubblicato per prestigiose riviste nazionali e internazionali. Tra le sue pubblicazioni si segnalano: Ressentiment. Reflection on Mimetic Desire and Society, Michigan State University Press, 2015; Rethinking Entrepreneurial Human Capital. The Role of Innovation and Collaboration, con G. Bosio, T. Minola, F. Origo, Springer 2018; Dizionario di sociologia per la Persona, con Tito Marci, FrancoAngeli Milano 2021. Attualmente è vice-presidente dell’Associazione Italiana di Sociologia per il triennio 2020-2022.

prof.ssa Francesca Pasquali

La prorettrice delegata è la prof.ssa Francesca Pasquali

Obiettivo della delega è promuovere azioni di dialogo volte a garantire una comunicazione interna efficace e trasparente rivolta a tutta la comunità accademica, nonché curare le modalità e i canali di comunicazione con l’esterno, inclusa la gestione dell’immagine dell’Ateneo.

Francesca Pasquali è professoressa ordinaria di Sociologia dei processi culturali e comunicativi. Si occupa di sociologia della comunicazione e della cultura, con particolare attenzione all'ambito dei media. I suoi interessi scientifici si collocano nel campo della sociologia della comunicazione e della cultura con specifica attenzione a: 1) relazioni fra piattaforme digitali e legacy media; 2) piattaforme digitali e mediatizzazione della vita quotidiana; 3) comunicazione digitale e generazioni. Presso l’Università degli studi di Bergamo è Presidente del Corso di laurea magistrale LM/19 Comunicazione, Informazione, Editoria (dal 2017), ed è stata Presidente del Corso di laurea triennale LT/20 Scienze della Comunicazione (2014-2020). All’interno di questi corsi di studio è docente titolare di un corso introduttivo di Teoria e analisi dei media e di un corso avanzato di Teoria dei media e comunicazione digitale (dal 2013). È parte del collegio del dottorato in “Scienze della persona e nuovo Welfare” dell’Università degli studi di Bergamo. Fra le attività istituzionali per l’Ateneo si segnala anche la Presidenza della Commissione per le attività culturali e sociali degli studenti (dal 2016). È stata cooordinatrice locale di diversi Progetti PRIN e parte del management committee della COST Action IS0906 Transforming Audiences, Transforming Societies. Ha partecipato anche alla COST Action 298 Participation in the Broadband Society (2006-2009) e della COST Action A20 The impact of the Internet on the Mass Media in Europe (2004-2006). Fa parte dei comitati scientifici ed editoriali delle riviste Comunicazioni Sociali e Mediascape Journal, e di diverse collane editoriali. È socia (con funzione di segretario e tesoriere e componente del direttivo) della SISCC (Società Scientifica Italiana Sociologia, Cultura, Comunicazione) e di ECREA (European Communication Research and Education Association). È valutatrice per il Ministero dell’Università e della Ricerca e referee per diverse riviste scientifiche italiane e straniere. È membro della sezione "Film, media and visual studies" della Academia Europaea https://www.ae-info.org.

prof.ssa Mariafrancesca Sicilia

La prorettrice delegata è la prof.ssa Mariafrancesca Sicilia

Obiettivo della delega è valorizzare appieno le risorse economiche, finanziarie e patrimoniali dell’Ateneo.

Mariafrancesca Sicilia è professoressa associata in Economia aziendale presso il Dipartimento di Scienze Aziendali dell’Università degli studi di Bergamo. Dal 2020 è direttrice del Corso di laurea triennale in Economia aziendale e dal 2016 è direttrice del Corso di Perfezionamento in Gestione degli Enti del Terzo Settore. La sua attività di ricerca riguarda prevalentemente i sistemi contabili delle aziende pubbliche, con un focus sul processo di budgeting e sull’introduzione della contabilità economico-patrimoniale; i sistemi di misurazione e valutazione della performance non finanziaria; la coproduzione dei servizi pubblici. Ha svolto ricerche in collaborazione con diversi enti pubblici sia a livello centrale sia locale e ha pubblicato i risultati della sua attività di ricerca in libri e riviste nazionali e internazionali. È membro dell’Academic Advisory Group dell’International Public Sector Accounting Standards Board (IPSASB), dello Standing Scientific Committee dell’European Accounting Association (EAA), del Board dell’International Research Society for Public Management (IRSPM). È Associate Editor della rivista scientifica Journal of Public budgeting, Accounting & Financial Management e membro del comitato editoriale di Azienda Pubblica, Public Administration Review, Financial Accountability & Management. È componente dello Standard Setter Board della Ragioneria Generale dello Stato e membro del Comitato Scientifico per la promozione dell’Economia sociale nei rapporti internazionali presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

prof. Paolo Riva

Delega al prof. Paolo Riva

Obiettivo della delega è operare un’adeguata programmazione strategica e di pianificazione, gestione e manutenzione pluriennale dei beni immobiliari dell’Ateneo e di monitoraggio del loro ciclo di vita.

Paolo Riva è professore ordinario di Tecnica delle Costruzioni presso il Dipartimento di Ingegneria e Scienze Applicate dell’Università degli studi di Bergamo. È titolare dei corsi di Costruzioni in Zona Sismica e Progetto di Strutture. I principali temi di ricerca riguardano: analisi non-lineare delle strutture in c.a.; studio del comportamento delle strutture in c.a. sotto azioni sismiche; studio delle connessioni per strutture prefabbricate in zona sismica, analisi e miglioramento simico di strutture esistenti. Il Prof. Riva e’ autore o co-autore di oltre 250 articoli su riviste scientifiche internazionali e in atti di convegni nazionali ed internazionali. Dal marzo 2016 è Membro del CEN-TC229 Precast Concrete Products, nonché Membro del CEN TC250-SC8 “Eurocode 8: Earthquake resistance design of structures” (Liaison del CEN TC229). Dal marzo 2017 è Convenor del TG ‘Cladding and Infill Panels’ istituito dal CEN TC250-SC8 “Eurocode 8: Earthquake resistance design of structures”. Infine, da ottobre 2020 è Convenor del WG5 “Concrete Structures” sempre nell’ambito del CEN TC250-SC8.