Comitato unico di garanzia (CUG) | Università degli studi di Bergamo

Comitato unico di garanzia (CUG)

Funzioni

Il Comitato unico di garanzia (CUG, e per esteso: Comitato unico di garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni) sostiene e promuove interventi per:

  • contribuire a realizzare all'interno dell'Università condizioni di parità e di pari opportunità di lavoro per tutti, e fra uomini e donne;
  • superare ogni forma di discriminazione, diretta e indiretta, relativa al genere, all'età, all'etnia, all'orientamento sessuale, alla disabilità, alla religione, alla lingua;
  • garantire un ambiente di lavoro improntato al benessere organizzativo prevenendo, contrastando ed eliminando ogni forma di violenza sessuale, morale o psichica nei confronti delle lavoratrici e dei lavoratori.
Componenti
  • Presidente
    prof.ssa Ilia Negri
     
  • Componenti effettivi
    dott.ssa Elena Caruso - designata CISL
    dott.ssa Ilaria Arena - designata FLC CGIL
    dott.ssa Marta Leidi - designata CUB SUR BERGAMO
    prof.ssa aggr. Giovanna Galizzi - rappresentante dell'Amministrazione
    prof. Marco Sirtori - rappresentante dell'Amministrazione
    dott.ssa Anna Lorenzetti - rappresentante dell'Amministrazione
     
  • Componenti supplenti
    dott.ssa Francesca Mocchi - designata FLC CGIL
    dott.ssa Roberta Belingheri  - designata CUB SUR BERGAMO
    prof.ssa Federica Maria Origo - rappresentante dell'Amministrazione
    dott. Cristian Pallone -  rappresentante dell'Amministrazione
Consigliera di fiducia

La Consigliera di fiducia di Ateneo per il triennio 2019/2022 è l'Avv.a Elena Bigotti.

La Consigliera di Fiducia è una persona esterna all'Università, per garantire la neutralità, la riservatezza e l'indipendenza rispetto ai casi trattati. Interviene per prevenire, gestire, risolvere efficacemente i casi di molestie, mobbing e discriminazioni, suggerendo azioni opportune per assicurare un ambiente di lavoro e di studio rispettoso della dignità delle persone (Art. 18-20 del Codice etico dell’Ateneo).

E’ nominata dall’Ateneo su proposta del Comitato Unico di Garanzia (CUG), a seguito di uno specifico bando, tra coloro che possiedono competenze, esperienze professionali e personali adatte a svolgere i compiti previsti: conoscenze in ambito giuridico e giuslavoristico, gestione dei conflitti, normative in materia di pari opportunità, conciliazione tempi di lavoro e famiglia, ecc.

Cosa può fare

Può intervenire in via preventiva e repressiva, in via informale e formale, con il consenso scritto della persona per l’istruttoria diretta all’accertamento dell'illecito disciplinare, nel caso si verifichino comportamenti molesti psicologicamente e/o sessualmente, atti a ledere la dignità di chi studia o lavora all'interno dell'Università. Ha compiti propositivi nei confronti del CUG; partecipa ad eventi formativi e convegni e supporta il CUG nella creazione di una rete territoriale per le Pari Opportunità.

Come agisce

Può agire in via informale a seguito di richiesta scritta del soggetto direttamente interessato. La Consigliera ascolta la parte interessata, convoca la controparte ed eventualmente mette a confronto le posizioni.
Acquisisce elementi, documenti ed informazioni necessarie alla valutazione del caso nell'assoluto rispetto della privacy, sia della parte lesa sia del/della presunto/a responsabile. Suggerisce azioni opportune ad assicurare un ambiente di lavoro rispettoso della libertà e della dignità delle persone e, nei casi più gravi, come previsto espressamente dal Codice di Comportamento, può consigliare al/alla Responsabile della struttura competente il trasferimento di una delle persone coinvolte.
La Consigliera può essere coinvolta nella procedura formale che può essere avviata, eventualmente anche su input del/della medesimo/a, dal/dalla Dirigente responsabile, dal Direttore Generale/dalla Direttrice Generale o dal Rettore/dalla Rettrice e che, a seguito di idonea istruttoria, può concludersi con l'adozione di provvedimenti disciplinari a carico della persona accusata.

Come contattarci

I componenti del CUG sono a disposizione di chi volesse sottoporre proposte di azioni positive, o segnalare situazioni di difficoltà negli ambiti sopra citati.
Le segnalazioni sono da inviare alla Presidente del CUG tramite l'indirizzo mail del Comitato.
Segnalazioni da parte di studenti, pervenute al CUG, verranno trasmesse al comitato paritetico di competenza.
Non verranno considerate le segnalazioni in forma anonima.

La Consigliera di fiducia riceve su appuntamento da concordare via mail.

Piano Azioni Positive

La promozione della parità e delle pari opportunità necessita di un'adeguata attività di pianificazione e programmazione, ed è uno strumento ormai indispensabile per rendere l'università un luogo di studio e di lavoro più sereno e quindi più efficiente e più efficace. A tale riguardo, il decreto legislativo n. 198 del 2006 recante “Codice delle pari opportunità tra uomo e donna”, all’articolo 48, intitolato “Azioni positive nelle pubbliche amministrazioni” stabilisce che le amministrazioni pubbliche predispongano Piani triennali di azioni positive (PAP) tendenti ad assicurare la rimozione degli ostacoli che, di fatto, impediscono la piena realizzazione delle pari opportunità nel lavoro. Il PAP del nostro Ateneo è stato predisposto dal CUG e approvato dal CDA. 

Regolamento

Regolamento per il funzionamento del Comitato Unico di Garanzia (CUG)
Data pubblicazione: 22 novembre 2016
Data entrata in vigore: 7 dicembre 2016

Emanato con D.R. Rep. n. 601/2016, prot. n. 121978/I/3 del 22.11.2016