Lettera del Rettore alle studentesse e agli studenti: attività didattiche a distanza fino al 3 dicembre 2020 | Università degli studi di Bergamo

Lettera del Rettore alle studentesse e agli studenti: attività didattiche a distanza fino al 3 dicembre 2020

Alle studentesse e agli studenti
dell’Università degli studi di Bergamo

Bergamo, 4 novembre 2020

 

Care studentesse e cari studenti,

nelle ultime settimane, le mie comunicazioni si sono susseguite secondo una scansione temporale molto precisa, perché ho scelto di segnalarvi la situazione della nostra Università ogni volta che, a livello normativo (nazionale e regionale), sono state adottate nuove decisioni in merito alla situazione epidemiologica, tuttora purtroppo a carattere emergenziale.
Lo scorso sabato ho mandato una comunicazione a tutti i Direttori di Dipartimento in merito alla gestione organizzativa di tutte le nostre attività, così da allineare, come abbiamo sempre fatto, le nostre regole comportamentali ai recenti sviluppi decisionali.
Oggi è stato emanato un nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, in cui, come tutti potevamo aspettarci, sono state disposte misure cautelative ancora più restrittive, che ho ritenuto necessario trasmettervi il prima possibile. Per quanto ci riguarda, l’indicazione più importante è che in Lombardia tutta la didattica universitaria deve essere svolta a distanza, a partire da domani stesso.
Quindi, tutte le lezioni che fino ad oggi potevano essere frequentate in presenza – sulla base di vostre scelte individuali e grazie a una collaudata procedura organizzativa che, da tempo, avevamo introdotto nella massima sicurezza – verranno immediatamente convertite nella modalità a distanza, nel rispetto delle indicazioni governative.
Tengo, comunque, a ribadire che tutte le sedi di UniBg rimarranno aperte, al fine di garantire i servizi di base a tutti voi studenti e come segno forte di una volontà di non fermare la nostra missione culturale (sempre, ovviamente, in condizioni di massima sicurezza). Del resto, i dati epidemiologici relativi alla provincia di Bergamo lasciano (per ora) intendere una situazione meno preoccupante rispetto a quella di altre province lombarde – cosa che ci permette di mantenere attivi determinati servizi –, ma è corretto, e anzi doveroso, che anche la nostra Università adotti gli standard comportamentali decisi per l’intera Regione e, più in generale, per l’intero Paese.

Per entrare nel dettaglio delle singole attività e prevenire ogni vostro dubbio, vi comunico, dunque, che da domani giovedì 5 novembre fino a giovedì 3 dicembre 2020, le varie attività universitarie si articoleranno nei seguenti modi:

  • Le lezioni di ogni corso di laurea saranno svolte interamente a distanza.

  • I master e i corsi di perfezionamento saranno svolti a distanza.

  • Gli esami scritti e orali previsti nel periodo indicato (5 novembre – 3 dicembre 2020) si svolgeranno in modalità a distanza.
    Al riguardo, gli studenti sprovvisti di attrezzature informatiche o di connessioni alla rete Internet adeguate potranno scegliere di sostenere la prova accedendo alle aule e ai laboratori universitari, previa prenotazione.

  • Gli esami di laurea e le proclamazioni delle laureate e dei laureati triennali saranno svolti a distanza.

  • I tirocini già attivati o in fase di attivazione possono proseguire fino al completamento delle ore necessarie per l’acquisizione dei CFU qualora siano garantite le condizioni di sicurezza nella sede dell'Ente ospitante o in modalità smartworking. Nel caso in cui tali condizioni non siano possibili, ma gli studenti abbiano completato almeno il 70% delle ore previste da progetto, sarà possibile ritenere comunque il tirocinio concluso. In caso contrario, dovrete verificare con i referenti del corso di studio quali attività intraprendere per completare il monte ore.

  • Le attività pratiche e di laboratorio individuali (che non prevedono cioè gruppi di persone durante lo svolgimento) saranno svolte in presenza, sempre ovviamente nei limiti concessi dalle misure cautelative in vigore e, in ogni caso, in base a una valutazione di indifferibilità e obbligatorietà da parte dei Direttori di Dipartimento ai quali afferiscono i vostri corsi di laurea.

  • Rimarranno attivi tutti i servizi universitari che sono prenotabili tramite app e che prevedono una presenza individuale: biblioteche, mense, sale studio.

  • Rimane attivo, in presenza, lo sportello della segreteria studenti (lunedì 13.30 – 15.30; giovedì 10.00 – 12.00), anch’esso accessibile tramite prenotazione effettuabile alla pagina: Prenotazione dei servizi. Considerato però l’aggravarsi della situazione emergenziale, vi consiglio di sfruttare il più possibile il servizio di assistenza online, così da evitare eventuali rischi di contagio: vi chiedo, dunque, dove possibile, la cortesia di contattare la segreteria aprendo un ticket all’Help Desk Studenti.

  • I ricevimenti continueranno a svolgersi a distanza, come nelle ultime settimane.

Come vi avevo promesso nelle mie scorse comunicazioni, UniBg ha inoltre pubblicato, proprio oggi, il Bando per l'erogazione di “Misure di sostegno emergenza COVID-19” che offre agevolazioni per le spese che, a partire dall’1 luglio fino al 22 dicembre 2020, avete sostenuto o sosterrete per acquistare strumenti digitali ai fini di studio e didattica. Consci che i dispositivi informatici hanno in media dei costi significativi, abbiamo pensato di venire incontro a voi e alle vostre famiglie, così che possiate attrezzarvi al meglio per svolgere senza particolari problemi le attività a distanza.
Oltre all'impegno che abbiamo concretamente dimostrato diminuendo le tasse (come si evince dal regolamento per la contribuzione studentesca), UniBg vuole in questo modo non solo promuovere la didattica digitale – questione di primaria importanza di questi tempi -, ma rimanere accanto alle sue studentesse e ai suoi studenti con interventi mirati nella sfera economica. Dei 150 mila euro che l’Ateneo pensava di stanziare per questo bando, siamo infatti riusciti ad arrivare a 250 mila euro, così da ampliare la rosa degli studenti che ne potranno beneficiare. Al bando, che è attivo fino al 22 dicembre 2020, possono partecipare tutti gli studenti regolarmente iscritti, con carriera attiva e con ISEE fino a 30 mila euro.
A tutti coloro che hanno i requisiti necessari, sarà riconosciuta un’agevolazione fino a 125 euro, la spesa minima da sostenere per l’acquisto di hardware o per l’adeguamento della connettività di rete (la spesa può essere sostenuta anche da un membro della famiglia e non deve necessariamente essere a nome dello studente). Questa agevolazione potrà avvenire sotto forma di sconto sulle tasse o attraverso un contributo diretto in denaro.
Qualora non fossero assegnati tutti i fondi disponibili con le domande pervenute entro il 22 dicembre, abbiamo deciso di mettere a disposizione i fondi rimanenti con un nuovo bando (che avrà, ovviamente, requisiti aggiornati di partecipazione).
Da quanto vi ho appena elencato, penso che sia chiaro come, sebbene subisca modifiche nelle sue attività, la nostra Università non abbia alcuna intenzione di chiudere, come ho già anticipato prima: UniBg non chiude ‘fisicamente’ – ripeto che tutte le sedi rimarranno aperte e accessibili secondo le modalità che ormai conoscete – né tantomeno nei suoi intenti e obiettivi. Rimaniamo a vostra disposizione, seguendovi nel vostro percorso di studio, offrendovi i nostri suggerimenti, crescendo insieme a voi. Facendo, in sostanza, cerchio contro la pandemia. Facendo anche ricerca contro la pandemia: non solo scientifica, ma anche ricerca di un nuovo pensiero, di nuovi stili di vita, di nuove relazioni sociali, più responsabili e attente.

Nell’opera Passato e presente (1843), Thomas Carlyle afferma che tutto ciò che connota l’essere umano, ogni cosa che racconta la sua moralità e intelligenza; ogni cosa che rivela la “pazienza, perseveranza, fedeltà, metodo, intuizione, ingegno ed energia” che lo contraddistinguono sono contenute nel lavoro, nell’opera, che fa.

Ora, il nostro lavoro principale è quello di proseguire con quello che stiamo facendo, proseguire anche a distanza, ma proseguire, senza lasciarsi abbattere, affinando ancora di più la nostra pazienza e testimoniando a tutti il nostro senso di responsabilità.
Conto sulla vostra creatività, sulla vostra capacità di cercare nuovi equilibri senza mai permettere che il vostro e, anzi, il nostro, percorso verso le conoscenze possa essere interrotto.
Coraggio, ragazzi, andiamo sempre alla ricerca dei nostri desideri e sfruttiamo tutti i talenti che abbiamo a disposizione. Ce la faremo a superare insieme questi tempi di incertezza e spaesamento.

Il vostro Rettore (che conosce i vostri sforzi e li apprezza),
Prof. Remo Morzenti Pellegrini