Covid-19: criteri da adottare per la gestione della “fase 2” | Università degli studi di Bergamo

Covid-19: criteri da adottare per la gestione della “fase 2”

Art. 1 – Attività didattica, esami di profitto ed esami di laurea

Le disposizioni di cui al DR 131/2020 del 11.03.2020 “Sospensione delle attività accademiche nelle sedi universitarie di Bergamo e Dalmine“, relative a attività didattiche in presenza, sono prorogate fino al 31 luglio 2020, salvo revoca dalle autorità competenti.

Le attività didattiche, le lezioni e i laboratori didattici proseguiranno a distanza fino al 31 luglio 2020. I calendari già programmati sono confermati e per quanto possibile dovranno essere rispettati, onde evitare ritardi e/o pregiudizi nel percorso formativo degli studenti.

Gli esami di profitto in forma orale, lo svolgimento delle tesi laurea e di dottorato e delle prove finali procedono a distanza, secondo le indicazioni del Regolamento approvato con D.R. 144/2020 del 20.03.2020. Questo regolamento si intende esteso anche alle prove dei master e dei corsi di perfezionamento, anche abilitanti.

A decorrere dal mese di maggio potranno svolgersi a distanza. anche gli esami in forma scritta, che non è stato possibile trasformare in orale, attenendosi alle istruzioni operative che saranno pubblicate sul portale dell’Ateneo.

Per le attività pratiche o di tirocinio previste nell’ambito dei vigenti ordinamenti didattici dei corsi di studio, ovvero successive al conseguimento del titolo di studio, anche laddove finalizzate al conseguimento dell’abilitazione professionale, possono essere individuate modalità di svolgimento diverse da quelle ordinarie, ivi comprese modalità a distanza, fatto salvo quanto previsto a livello nazionale dalle specifiche disposizioni ministeriali.

Le attività di laboratorio e di tutorato (anche in forma di esercitazioni) possono essere svolte in modalità telematica, nell’ambito della programmazione didattica già stabilita dai Dipartimenti o dalla Scuola di Ingegneria.

Le attività di ricevimento degli studenti proseguono secondo le modalità precedentemente indicate ovvero a distanza, tramite le piattaforme tecnologiche identificate dal singolo docente e pubblicate sul sito web di ateneo.

Seminari, summer school e attività di supporto abitualmente previste nel periodo estivo possono essere organizzate in modalità telematica ovvero secondo le disposizioni di sicurezza vigenti al momento dello svolgimento dell’attività.

Art. 2 – Prove di ammissione ai corsi di studio anno accademico 2020-2021

Le prove per l’ammissione ai corsi di laurea, laurea magistrale a ciclo unico, laurea magistrale e ai percorsi di formazione post laurea per l’anno accademico 2020/2021 si svolgeranno a distanza, salvi diversi provvedimenti adottati a livello nazionale.

L’erogazione e la gestione dei TOLC nel periodo di emergenza nazionale Covid-19 avverrà mediante lo strumento dei TOLC@CASA, a distanza, con le stesse garanzie di affidabilità previste per le modalità tradizionali.

Art. 3 – Accesso alle sedi Universitarie di Bergamo e Dalmine

A decorrere dall’11 maggio sarà consentito l’accesso al personale docente e tecnico amministrativo alle sedi universitarie di Bergamo e Dalmine come indicato nello schema allegato 1 e nel rispetto delle misure e cautele previste.

Rimarranno chiuse le aule didattiche, le sale studio, le aule informatiche, la mensa e i bar e saranno interdetti all’uso gli spazi comuni.

Potranno accedere agli edifici solo le persone autorizzate, nel rispetto delle regole contenute nell’allegato 2.

Art. 4 – Attività amministrativa

L’attività amministrativa ordinaria viene assicurata dal personale tecnico-amministrativo in forma agile, ai sensi egli articoli da 18 a 23 della legge 22 maggio 2017, n. 81 per tutta la durata dello stato di emergenza, ferma restando la presenza in ufficio, per presidiare il buon andamento delle procedure e il regolare svolgimento delle attività didattiche, istituzionali e amministrative.  La presenza dovrà essere gestita secondo le indicazioni di cui all’allegato 2).

Sono qualificati come servizi essenziali e indifferibili:

  1. Didattica a distanza e tesi con modalità telematica;
  2. Manutenzione delle reti informatiche e monitoraggio degli impianti elettrici e idrosanitari;
  3. Servizi informatici di supporto;
  4. Gestione del sito web;
  5. Servizi di supporto al Rettore e alla Direzione Generale;
  6. Settore Logistica;
  7. Servizio RSPP;
  8. Servizi ausiliari e centralino;
  9. Servizi che prevedono adempimenti indifferibili contabili, amministrativi e fiscali;
  10. Gestione del personale;
  11. Attività di prestito e reso presso le biblioteche;
  12. Servizi di assistenza da parte di Ateneo Bergamo Spa per assicurare le attività di cui ai punti 2) e 3).

Art. 5 – Attività di ricerca nei laboratori

L’attività di ricerca o di didattica nei laboratori – sarà consentita a docenti e ricercatori, ma solo ed esclusivamente per attività individuali e con modalità idonee a garantire il rispetto del divieto assoluto di assembramento.

Sarà rimessa ai singoli Responsabili delle attività di ricerca o di didattica in Laboratorio, considerando la specificità degli spazi laboratoriali e le attività svolte, la scelta di adottare le modalità più idonee a regolare i flussi e scaglionare gli ingressi nei laboratori, nel rispetto assoluto almeno delle condizioni indicate nell’allegato 2.

Art. 6 – Servizi bibliotecari

L’accesso alle biblioteche sarà consentito solo per le funzioni di prestito e restituzione; rimarranno chiusi gli spazi riservati allo studio. La consultazione potrà essere autorizzata previo appuntamento secondo le indicazioni di cui all’allegato 3.

Art. 7 – Attività di sportello agli studenti

L’attività di sportello agli studenti procede in modalità a distanza. Eventuali necessità di ricevimento in presenza potranno essere gestite previo appuntamento secondo le indicazioni di cui all’allegato 2.

Art. 8 – Altre attività

Sono ancora sospese:

- le riunioni in presenza degli organi collegiali,

- le procedure concorsuali ad esclusione dei casi in cui la valutazione dei candidati è effettuata esclusivamente su basi curriculari ovvero con modalità a distanza,

- i congressi, le riunioni, i meeting.

Art. 9 – Norme transitorie e finali

Le disposizioni sulla sicurezza e sul comportamento in servizio avranno efficacia obbligatoria e, se disattese, comporteranno conseguenze sanzionatorie per l’Ateneo, da parte delle Autorità di controllo; di conseguenza, avranno inevitabilmente ricadute disciplinari e/o risarcitorie anche per i singoli trasgressori.

Le misure previste potranno essere revocate prima del 31 luglio qualora intervenissero disposizioni in merito da parte delle autorità competenti.